La ‪‎fobia sociale‬. Come superare la paura del giudizio degli altri.

fobia sociale

 

Fobia sociale: questo argomento è tra i più importanti nella mia personale crescita ed in quella di tutti noi quando sentiamo la pressione del giudizio degli altri.

Da quando camminiamo per strada, a quando facciamo una telefonata, ci chiediamo cosa quella persona vicino a noi possa pensare.
Quando parliamo con un collega ci chiediamo come appariamo ai suoi occhi e se quella versione di noi è quella giusta o meno.
Cerchiamo quindi di plasmare noi stessi in base alle esigenze dell’altro. Cambiamo per far star bene un altra persona, senza pensare alle nostre emozioni ed a cosa realmente vorremmo fare.

Quali sono le cause della fobia sociale?

fare i buoniCome ogni essere umano, abbiamo una chiara immagine di noi stessi. Quando pensiamo a noi stessi, abbiamo una idea abbastanza precisa di come siamo fatti.

Pensiamo di dover portare il bene nel mondo, non vogliamo fare del male agli altri e odiamo quelle persone che se ne fottono altamente di quello che pensa la gente e si lasciano scivolare tutto.
Abbiamo questa specifica immagine di noi stessi, siamo delle persone nobili, buoni esseri umani, che fanno del bene.
Mentre quelli diversi da noi, sono sbagliati, perché si credono chissachi e non hanno rispetto e cura delle persone attorno.

Non solo abbiamo questa immagine ben chiara in mente, ma vogliamo che il mondo la rifletta nella realtà. Vogliamo la fidanzata o il fidanzato, i nostri genitori, gli amici o persino un passante, che rendano valida questa immagine, che ci facciano sentire che quello che facciamo è giusto.
Vogliamo, in altre parole, la loro approvazione. Vogliamo che la gente ci voglia bene, che ci ami.

Per poter ottenere tutto questo, lavoriamo ogni giorno cercando di far pensare alle persone attorno a noi che siamo nobili umani. Con i nostri clienti o col capo a lavoro. Vogliamo semplicemente farci piacere dagli altri.

L’ha detto lui, parlavano di me in quell’articolo, i miei clienti dicono che… e quando troviamo anche solo 1 persona che non conferma ciò che siamo, ci incazziamo di brutto e non accettiamo la situazione. Lavoriamo ancora più duro e spendiamo le nostre energie per far si che quella persona cambi idea.

Oggi, ci troviamo davanti a questo articolo perché questo modo di vivere ci crea disturbi, ci deprime, ci fa sentire soli ed arrabbiati e non capiamo perché.

Fobia sociale: come uscirne

rimedi fobia socialeSebbene essere empatici e voler bene alle persone sia un’atto nobile e bello, dobbiamo consapevolizzare il fatto di essere degli esseri viventi. Respiriamo, mangiamo e caghiamo anche noi! e per quanto sia difficile da capire, ogni cellula del nostro corpo ha bisogno di noi, ha bisogno della nostra attenzione.
Per sua natura quindi, l’essere umano è egoista.
Quando mettiamo gli altri prima di noi, non facciamo altro che rinnegare la nostra vera natura.
Questa situazione può essere mantenuta per un po’, a volte per decadi, ma non per sempre. Prima o poi, la nostra vera natura risale a galla decisa a non tollerare più questo modo di vivere e quando succede, vediamo i problemi apparire da tutti i lati. La relazione diventa difficile, il lavoro diventa stretto. Ci sentiamo insoddisfatti ed arrabbiati.

Ad un certo punto sentiamo di dover prendere una decisione.

Essere delle brave persone, buone ed altruiste o essere degli stronzi senza cuore che se ne fottono del mondo.

Questo è il dilemma che ci portiamo dietro da tanto tempo e dal quale c’è solo una uscita.

La verità sta nel mezzo, la verità è che NON dobbiamo scegliere tra bianco e nero, tra male e bene. La bella notizia è che c’è una alternativa.

La cura per la fobia sociale

fobia socialeLa via di mezzo appartiene a colui che è indipendente dalle opinioni altrui.
Ci concediamo l’opportunità di scegliere. Non abbiamo più paura del giudizio altrui perché per noi non conta più niente.
Ascoltiamo ciò che le persone hanno da dire ma non sacrifichiamo più noi stessi.
Non siamo più dipendenti dalle opinioni degli altri, perché le opinioni degli altri non sono altro che pensieri nella loro mente.
Lasciavamo che un pensiero nella testa di qualcun altro potesse controllare la nostra vita ed eravamo sempre preoccupati che questa persona dicesse qualcosa di negativo. Alla fine noi eravamo li per piacere.

Con questa nuova visione riprendiamo vita. Da oggi siamo radicati nei nostri valori personali che sono l’unica voce che ascolteremo mentre le opinioni altrui non ci fregeranno più niente. Possiamo scegliere di dire di si o di dire di no. Scegliamo noi stessi e crediamo al nostro cuore.

Iscriviti alla newsletter e scarica il questionario per conoscere te stesso.

Come guarire dalla fobia sociale.

Il metodo per riuscire ad essere un individuo indipendente e’ quello di credere in ciò che pensiamo. Dobbiamo fobia socialesentire quella voce dentro di noi che ci parla ogni giorno e cominciare a dargli energia, dobbiamo imparare ad ascoltarla e a fare come dice lei.

Di sicuro saprai di chi sto parlando. Quella voce che diceva che sarebbe andata come dicevi tu. Quella voce che vorrebbe tanto mandare a fare in culo quella persona e saprebbe anche come. Quella voce che sta li, ad aspettare di essere risvegliata.
Quella voce sa che cosa vuole fare e cosa è giusto fare.

Non diamo più peso alle voci degli altri, sia belle che brutte. Non abbiamo bisogno del loro riscontro, della loro approvazione.
Siamo gli unici a sapere cosa è meglio per noi. Nessun’altro sa quali sono i nostri sogni, i nostri obiettivi e cosa ci rende felice.

Siamo degli individui indipendenti e sappiamo decidere da soli, sempre.

Questo vuol dire che non siamo degli stronzi senza cuore e neanche degli zerbini repressi.
Ricorda, non pensiamo in bianco e nero. Per questo continueremo ad ascoltare le persone, non c’è motivo di smettere. Non vogliamo diventare stronzi senza cuore. La differenza da prima è che non siamo più condizionati dalle opinioni altrui.
Lascia che la gente parli, lascia che continuino la loro cantilena. Noi siamo indipendenti, anche a costo di sbagliarci.
Noi andiamo avanti per la nostra strada, ma sappiamo crescere grazie ad un buon feedback dall’esterno senza dargli il peso che gli davamo prima, senza esserne condizionati immediatamente.

Non lasciare che gli altri decidano per te, che dettino le regole della tua vita. Nessuno al mondo può sapere cosa è meglio per te, neanche il più grande dei maestri. Solo tu puoi sapere qual’è la tua strada e la tua strategia per vivere la vita appieno. Solo tu, nient’altro che te stesso.

Prima di proseguire, lasceresti un mi piace ad Expanda? Grazie!

Fobia sociale: come uscirne definitivamente

Amico mio, sappiamo che il paradigma che abbiamo usato fino ad oggi non funziona. Ci ha fatto stare male per troppo tempo. Ciò che credavamo fosse la giusta via per vivere si è rivelata una strada senza uscita. Abbiamo sofferto troppo ed è ora di cambiare punto di vista. spacchiamo le catene, usciamo dalla merda!

Non è un cambio facile, ma è molto importante farlo. Ed è importante farlo il prima possibile.
Dobbiamo ammetterlo, dobbiamo ammettere a noi stessi che la strategia che abbiamo utilizzato sinora non ha funzionato. Cercare di piacere agli altri non va. Lasciamolo cadere. Convinciamo noi stessi di questo, è di vitale importanza.

fobia sociale come uscirneE’ tutto ok se ti criticano.
E’ tutto ok se non andrà bene a qualcuno
E’ tutto ok se non si complimentano con te.
E’ tutto ok se non ti senti parte del gruppo
E’ tutto ok essere diversi

Dobbiamo arrivare alla realizzazione che il vero piacere nella vita non arriva dalle persone sotto forma di complimento o lode.

Il piacere più vero arriva da dentro di noi. Dai nostri sogni realizzati, dagli obiettivi raggiunti, dai valori che sosteniamo e dalle cause che abbracciamo. Il vero piacere deriva da quello che facciamo nel solo atto di fare.

Il vero piacere dorme dentro di noi adesso, solo perché l’abbiamo ricoperto con le critiche e le opinioni altrui.
Tu non hai bisogno di approvazione da parte degli altri.

La tua visione del mondo è sicuramente sbagliata per tante persone ma tu devi avere la pellaccia di non prendere sul serio le loro opinioni. Non rispondere, non reagire, non farti risucchiare dal vecchio paradigma, lascialo andare, mettilo da parte.

E’ tempo per tutti noi di prendere una decisione. O continuiamo ad essere quelle persone nobili, che devono piacere a tutti e che sperano inutilmente di trovare conferma in ogni persona che incontriamo, oppure decidiamo adesso di prendere la nostra strada.

Decidiamo di sperimentare nuove vie che nascono dal nostro cuore e dalla nostra mente.

Tu sei completamente indipendente dalle opinioni, belle o brutte, degli altri. Ora scopri la tua, ascolta te stesso.

Devid

Iscriviti alla newsletter e scarica il questionario per conoscere te stesso.

Scarica il questionario per conoscere te stesso

e ricevi gli ultimi video di Expanda
  • Filippo serri

    MOLTO INTERESSANTE

    • noexpaeu

      Grazie Filippo! Benvenuto nel blog.
      Resta aggiornato su Expanda, tra poco ci saranno degli importanti cambiamenti….

  • Giulia

    Credo che tu sia il primo che sia andato veramente all’apice di questo disturbo e che abbia centrato veramente il punto. Ma come si fa? A volte si é così condizionati che non si riesce neppure a distinguere quello che si vorrebbe da quello che si aspettano gli altri. C’è qualche libro per approfondire?

    • Devid

      Ciao Giulia, grazie per esserti fermata, mi fa molto piacere.
      Potrei consigliarti tanti libri e penso che qualunque libro sul giudizio degli altri su amazon possa essere utile. Puoi provare con questo http://amzn.to/2bcoTqK oppure con questo http://amzn.to/2bZU7Tg
      E’ lodevole che tu voglia smuovere questa paura leggendo e informandoti sull’argomento ma a volte la risposta viene proprio da dentro di noi. Il mio vero consiglio è di fermarti e cominciare ad osservarti. Osservando noi stessi (i nostri comportamenti, le nostre emozioni e reazioni) possiamo individuare quali sono i nostri condizionamenti e quanto sono potenti dentro di noi.
      Sotto sotto sappiamo cosa vogliamo e quali sono le nostre opinioni, il problema è che non ci concediamo l’opportunità di credere a noi stessi. Siamo stati cosi condizionati dall’esterno che abbiamo sempre seguito la via degli altri, ci siamo sempre fatti trascinare. C’è stato un periodo dove avevamo delle idee nostre, poi, col tempo ci siamo affidati a quelle degli altri fino a non riconoscere più la differenza.
      Ci vuole tempo, lo dico a cuore aperto, ci vuole tempo per riprendere sicurezza nelle nostre idee. I primi passi li possiamo muovere da subito però.
      Magari smettendo di stare attorno alle persone che ci giudicano, circondandoci con gli amici, quei pochi, che non ci giudicano e chiedendo loro cosa trovano di buono in noi.
      Il più grosso problema nella mia vita è sempre stato di credere che ciò che pensassi fosse sbagliato, senza valore e che ogni volta che aprivo bocca dicevo una stronzata. Poi ho cominciato ad osservarmi e ho rischiato, con un pò di coraggio ho detto la mia a voce alta. Ho fatto crescere me stesso e ho cominciato a fare come volevo io, sono diventato un pò più testardo fino ad aprire le spalle e a fottermene di quello che pensa la gente. Ora vivo una vita molto più leggera, quindi posso consigliarti di alleggerirti. Se la bambina dentro di te si sente giudicata, dille che non fa niente, che la gente è stupida e che tu stai facendo la cosa giusta per te. Nessuno può dirti cosa fare perchè nessuno vive la tua vita!.
      Ciao Giulia.
      un abbraccio

  • Giulia

    Grazie per la risposta. Proverò a mettere in pratica i tuoi consigli 🙂