Come vivremo nel futuro? 10 predizioni di Ray Kurzweil

Ultima modifica: 2017-11-16 16:41 - Autore: Devid
predizione del futuro Ray Kurzweil
Come sarà il futuro tra 20-30 anni? Per capirlo ci viene in aiuto Ray Kurzweil, il grande luminare della tecnologia ci accompagna alla scoperta del futuro.
Negli ultimi tempi abbiamo tutti la sensazione che la tecnologia stia arrivando a dei livelli prima impensabili.
Allora cerchiamo in questo video di chiarire la situazione, affidandoci alle predizioni di una delle personalità più riconosciute nel settore tecnologico.
Ray Kurzweil che con 30 anni di predizioni ed il 98% di accuratezza viene chiamato il genio instancabile dal wall street journal e macchina pensante dal forbes magazine.
Inventore e pioniere di alcune tra le migliori invenzioni dell’ultimo secolo, detentore di grammy awards, listato nella hall of fame dei migliori inventori della storia. Zio Ray è dottore in ben 21 diverse specializzazioni ed è stato onorato da ben 5 presidenti degli stati uniti. Ha scritto 5 best sellers, che ti consiglio di leggere.
Ray Krzweil è ingegnere capo a Google.
Non proprio la fabbrichetta di periferia…
Qualcuno di voi lo conoscerà, altri meno, ma posso dirti che stiamo parlando di una delle personalità più informate dell’ultimo secolo, per cui tieniti alla sedia perchè alune delle cose che ti dirò potranno veramente stupirti. Cominciamo.

La legge di ritorno accelerato

Allora, il signore Kurzweil comincia nei primi anni 80 ad osservare l’andamento evolutivo tecnologico dell’uomo e si accorge che cresce esponenzialmente e non linearmente.
Solitamente l’uomo evolve in modo lineare, il nostro cervello è fatto per predirre cosa succederà in futuro, ma lo fà in modo lineare, mettendo le cose una dopo l’altra in una crescita costante, invece per il reparto tecnologico questo andamento é esponenziale.
Per esempio, lungo i primi 7 anni di lavoro nella mappatura del genoma umano, la crescita fu solo dell’1%, dando sostegno ad una crescita lineare della ricerca. Tuttavia negli anni successivi, la mappatura del genoma è progredita esponenzialmente, fino ad arrivare a costare qualche centinaio di €, quando si parlava di milioni agli inizi.
Questo andamento è chiamato: la legge di ritorno accelerato.
Questa legge descrive la proporzione tra la crescita di capacità computazionale, cioè quanto sono potenti i nostri computer, cellulari e hardware ed il costo degli stessi. Si è calcolato che ogni anno la capacità dei nostri hardware raddoppia, mentre il suo costo dimezza.
Questo vuol dire che ogni anno abbiamo smartphone il doppio più potenti, ma che costano la metà.
Non ci accorgiamo di questo andamento perchè siamo animali che si adattano molto facilemnte ai cambiamenti, ma se ci fermiamo un attimo potremo accorgerci di cosa stiamo dicendo.
Oggi per esempio, una ragazza in africa può acquistare un cellulare per 100$ ed avere il valore di 1 triliardo di dollari di informazioni se tornassimo indietro solo di 50 anni e di qualche milione di dollari solo 25 anni fà.
Impressionante.
Quindi, data questa crescita esponenziale, cosa ci possiamo aspettare nei prossimi 20-30 anni?

Le predizioni di Ray Kurzweil per i prossimi 30 anni

Beh, Ray Kurzweil parla di diversi scenari che stando alle sue ricerche si verificheranno senza ombra di dubbio.
Vediamone 10..
  1. Per cominciare Stamperemo i nostri vestiti. Avremo cioè una stampante 3D che ci consentirà di stampare qualunque tipo di abito. Ci basterà scaricare dal web i vari template. Ci saranno tempalte gratuiti ed open source e altri a pagamento ed ognuno avrà la possibilità di farsi i propri vestiti nella comodità di casa propria.
  2. Svilupperemo l’agricoltura verticale, idroponica e senza l’uso di terreni. Alcuni progetti sono già stati avviati e ne provano la funzionalità.
  3. Produrremo carne in laboratorio usando la clonazione in vitrio di cellule animali. Il primo hamburger è già stato prodotto. E’ costato centinaia di migliaia di dollari, ma si è predetto che finirà per costare qualche centesimo.
  4. Costruiremo case e palazzi con il solo uso di macchine e e stampanti 3D che seguiranno le istruzioni impostate riucendo costi, tempi e incidenti.
  5. Non useremo più cavi o fili che saranno un ricordo lontano.
  6. Non guideremo più le nostre auto, viggiando in completa autonomia e sicurezza grazie ad una infinita serie di sensori e meccanismi di comprensione profonda dell’automobile che saprà sempre qual’è la soluzione migliore ad ogni scenario.
  7. Le stampanti 3D arriveranno a poter stampare veri e propri organi. Diminuiremo cosi i decessi di un numero impensabile, garantendo lunga vita agli esseri umani sul pianeta.
  8. Ad un certo punto ci verrà proposto di impiantare all’interno della corteccia prefrontale un apparecchio che ci consentirà di avere accesso istantaneo a qualunque informazione esistente, espandendo le nostre capacità esponenzialmente.
  9. In molti, come sta già succedendo, lavoreranno da qualunque parte del mondo e persino in realtà virtuale comparendo in ufficio per riunioni, mentre si è in vacanza alle Bahamas.
  10. Per finire, si parla persino di immortalità, fino ad ipotizzare un essere umano libero di vivere o morire semplicemente per il proprio libero arbitrio.

Queste sono solo alcune delle predizione che Ray ha fatto nel corso degli anni, ma prima di saltare dalla sedia per paura di quello che avverrà, vorrei fare il punto della situazione.

Il futuro è roseo, continua a leggere…

Qua non stiamo parlando di una invasione aliena di macchine e robot che governeranno il mondo e ci renderanno schiavi. Stiamo parlando dello sviluppo di tecnologie che estenderanno le nostre abilità e capacità di fare ed agire nel mondo.
Chi tra noi avrebbe potuto costruire grattacieli giganteschi senza l’uso di tecnologie?.
Proprio come il primo primate che uso un bastone per raggiungere il frutto per cibarsi, l’uomo odierno sviluppa queste tecnologie per rendere la vita migliore, diminuendo povertà, fame e malattie e quindi allungando la vita sul pianeta terra.
Alcuni potrebbero contestare che queste tecnologie porteranno l’uomo ad autodistrursi, perciò vorrei puntualizzare quale potrebbero essere i diversi scenari futuri.

I possibili scenari futuri

Come si è già visto, l’uomo può usare le tecnologie per guerre, causando cataclismi impressionanti, per cui è uno scenario possibile quello di un pianeta raso al suolo dall’ignoranza umana.
Al contrario del generale pessimismo che si incontra in giro parlando di queste cose, la verità dati alla mano è che il progresso fatto negli ultimi decenni ci ha portato a vivere nel periodo con meno conflitti, meno malattie, meno povertà, più uguaglianza e più libertà in tutta la storia dell’uomo.
Cosi possiamo comprendere che stoppare il progresso non è mai la soluzione, ma bensi dobbiamo regolare i termini con i quali operiamo con queste tecnologie.
Come sappiamo benissimo, il terricolo comune, non avendo ancora la capacità di controllare se stesso, deve essere instradato in una serie di policy che regolino l’uso e lo sviluppo di certe tecnologie. Decine di diverse conferenze vengono organizzate ogni anno nel settore dell’intelligenza artficiale per questa ragione, per cui sarà un argomento molto importante nei prossimi anni.
Molti a questo punto diranno: si, ma io cosa farò, se il mio lavoro verrà preso da un robot?

I robot mi ruberanno il lavoro?

In verità lo scenario è molto diverso da quello dipinto dall’uomo comune. Sostituendo determinati lavori con l’uso di macchine, verranno in realtà create decine di opportunità in un livello più alto della scala lavorativa.
Un agricoltore non si preoccuperà più di stare sul trattore sotto il sole cocente per arare il campo, ma bensì si occuperà di analizzare la qualità del grano prodotto, di analizzare la produttività del campo e di mantenere l’ambiente pulito, migliorando la qualità dei prodotti e aumentando le proprie aspettative di vita, che come sappiamo, per un agricoltore sono sempre state abbastanza basse.
Come puoi notare, il futuro che ci attende ci spingerà sempre di più a sviluppare il nostro intuito se vorremo un proposito nella nostra vita. Questo proposito nasce nella nostra capacità di conoscerci, di scoprire noi stessi e la nostra creatività.
La nascita di una generazione di automi è uno scenario possibile se continueremo a vivere disconnessi dalla nostra vera natura ed è molto probabile che, come diceva il caro Gesù, uno sarà preso e l’altro lasciato, poichè in molti non avranno le forze, il coraggio o la voglia di risvegliarsi, garantendosi una vita di noia, di dipendenza dal sistema e di totale inconsapevolezza.
Cosi, da questo video, l’azione più importante che mi sento di suggerirti è quella di puntare su te stesso, sulla tua crescita e sullo sviluppo della tua consapevolezza, come dico negli altri miei video, perché è l’unico modo per sviluppare le abilità che serviranno in questi anni.

Alora preparati perchè non c’è molto tempo. Il mondo sta cambiando alla velocità della luce e se non te ne sei accorto, questo è il momento perfetto per scoprire te stesso e le innumerevoli possibilità che ancora dormono dentro di te.

Buona fortuna.

Io sono Devid Venara e ti ringrazio per la lettura di questo articolo che spero possa esserti stato utile… prima di salutarci ti invito ad iscriverti al canale youtube di Expanda ed a condividere il video, cosi da spargerne il messaggio.
Alla prossima, ciao!

Entra nella community di Expanda

Scarica i contenuti gratuiti, accedi ai gruppi e rimani aggiornato sulle ultime novita'.