Cosa fare per cambiare vita senza aspettare

Ultima modifica: 2019-10-08 17:10 - Autore: Devid
cambiare vita senza aspettare

Cosa fare per cambiare vita senza aspettare

Vorresti più soldi, più tranquillità, più tempo libero, più comfort.
Vedi così tanta gente là fuori che sembra essere più felice di te, più ricca di te, più serena di te.

E ti chiedi: ma chi me l’ha fatto fare di venire su sto pianeta a farmi torturare così. Finendo col pensare che questo pianeta sia stato ingiusto con te, che la vita sia un incubo e tu sia la vittima prescelta per espiare i peccati del mondo.

Questi sono i commenti della maggior parte delle persone.

Queste sono le scuse che mantengono ferme le persone. Sebbene sotto sotto, siano consapevoli di alcuni cambiamenti necessari nella propria vita, non fanno mai nulla.

Il funzionamento dell’ego nel cambiare vita

Il nostro ego, la personalità è stata progettata per difendersi da possibili attacchi e per mantenere l’ambiente circostante. Non per cambiarlo.

NEl momento in cui diventiamo consapevoli di aver raggiunto un livello sopportabile di sopravvivenza, ci fermiamo e cerchiamo di proteggerlo da possibili cambiamenti, anche se provengono dal nostro interno.

Il nostro ego predilige ambienti sicuri, conosciuti e nei quali non si debba mostrare parti scoperte di noi stessi, così da non essere attaccati, feriti.. o uccisi. Come se fossimo davanti ad un animale feroce.

cambiare vita senza aspettare

Questo è uno dei meccanismi automatici della nostra personalità, come spiego nella Via del Risveglio, che ci impedisce di cambiare vita.

Non cambi vita perché avverti la cosa come un pericolo, un rischio.
Il chè avrebbe senso se fossi in una capanna nel mezzo della savana.
Ma non se ti trovi nel 2019 in ufficio davanti al tuo datore di lavoro.
Con il migliorare delle condizioni di vita dell’essere umano, oggi dovremmo essere capaci di mettere in gioco parecchio di noi stessi, senza la paura di perdere granchè.

Eppure relativamente poche persone riescono a farlo. E sono anche quelle che raggiungono la propria realizzazione personale e vivono questa vita a pieno.

Il resto della gente, vuoi le eterne distrazioni, vuoi il livello di comfort superficiale in loro possesso, faticano a trovare valide ragioni per muoversi dalla propria posizione.

Perciò la probabilità che tu senta una spinta interna, una motivazione, così, senza far niente, normalmente è pari a qualche punto percentuale.

Sono 3 le possibilità per cambiare vita:

Aspettare che qualcosa succeda

La prima è aspettare. Questa è la strada intrapresa dalla maggior parte della gente. Si aspetta diligentemente che qualcosa succeda. Si continua a timbrare il cartellino, mangiar pranzo coi colleghi, guidare verso casa, guardare il TG5, mangiar cena e svenire sul divano dopo qualche episodio di una serie su Netflix.

In questo caso non ci sono rischi. Se non quello, verosimilmente grande, di non cambiare mai. Semplicemente si aspetta e aspetta, fino al giorno in cui è troppo tardi, per poi vivere il resto dei propri giorni col rimorso che ci consuma da dentro.

Fare la rivoluzione alla francese

C’è anche la possibilità che qualcosa avvenga, se ad un certo punto tocchiamo il fondo. Nella vita di una certa percentuale di popolazione sembrerebbe esserci un piccolo seme del cambiamento, una seppur lieve connessione con l’anima tale da emergere tutto d’un tratto con la parola Basta!

Io le chiamo le rivoluzioni alla francese. Ci si separa, si lascia il lavoro, si spezzano rapporti, si fanno cambiamenti radicali di abitudini e la vita si trasforma.

cambiare vita senza aspettare

Immagino che anche tu abbia fatto esperienza di qualcosa del genere. Parliamoci chiaro: non lo consiglio a nessuno. La rivoluzione alla francese è destabilizzante, anche se a volte non ci sono davvero altre soluzioni.

Anche qui potrebbe essere troppo tardi, dato che le rivoluzioni si fanno solitamente qualche momento prima della totale disfatta.
Magari devono trovarti una malattia per indurti a decidere di cambiare.
Magari devi perdere tutto per accorgertene.

Oppure, come sta succedendo negli ultimi decenni, ti sparisce il pavimento da sotto i piedi. I pilastri della tua vita, un ad uno vengono a mancare, chiedendoti di riprendere dimestichezza con l’incertezza e la confusione, forse perché la certezza di prima era semplicemente falsa.

Allora dalla certezza assoluta, di qualcosa di falso, passi al caos totale. Dopotutto è una rivoluzione. E le rivoluzioni fanno parecchie vittime.
Solitamente la maggior parte delle persone rientra in una delle prime due categorie.

Lavorare su di Sé

Poi c’è la terza possibilità, che sempre più persone, sebbene ancora una percentuale ristretta, stanno prendendo in considerazione.

Lavorare su di Sé

Invece di rimanere fermi ad aspettare il momento del crollo totale o agendo all’ultimo minuto, si fa il contrario: si lavora su se stessi poco per volta ogni giorno

cambiare vita senza aspettare

Questa è la crescita consapevole dell’individuo. Solitamente preferita dagli individui più brillanti.

Invece di andare per esclusione, facendo esperienza solo di ciò che arriva, questi individui decidono cosa fare per se stessi e diventano agenti del proprio cambiamento.

Invece di vivere da vittime, questi prendono in mano la propria esistenza e iniziano un processo quotidiano costante di riconnessione con se stessi e di azione preventiva.

Ovviamente questa è anche la strada meno appetibile, poiché per la maggior parte significa una trasformazione continua, senza stop, nella quale si mette in dubbio tutto, per intuire un significato profondo e per ascoltare la voce della propria anima, che sa dove andare, cosa vuole e chi è.

Ci va tempo e i risultati non sono garantiti. Questo dovrebbe tenertene alla larga.
Sarai tu in prima persona a spingere te stesso a fare.Non esistono scorciatoie e l’unico che può agire sei tu. Tutto è nelle tue mani.
Capisco che non appare come una delle cose più appetibili.. e di fatti non lo è.

Se non fosse che, giorno dopo giorno, chi si permette di darsi da fare, comincia veramente a conoscere chi è. La nebbia si dipana e pian piano si intravede la propria luce interiore. Questo ti consente di sapere cosa valuti più importante, perché e come realizzarlo.

Sta a te scegliere ora.

Adesso sai che le possibilità sono 3:

  • Puoi aspettare che qualcosa cambi.
  • Puoi fare una rivoluzione che ti destabilizza.
  • Oppure puoi cominciare oggi a guardarti dentro, a conoscere quel capolavoro che tu sei, quella superstar, quel potenziale individuo di alta classe che giace in te.

Noi di Expanda siamo per la terza, come puoi immaginare. Non attiriamo folle di persone. Non siamo famosi. Non abbiamo soluzioni facili. Anzi. Richiediamo impegno, volontà, presenza e parecchia dedizione. Non è per tutti. Ma forse lo è per te.

A te la scelta.

Io sono Devid Venara, formatore della Community di Expanda. Insieme a Mauro, co-fondatore abbiamo creato un gruppo coeso di persone allineate che hanno deciso di non raccontarsela più e di ricominciare da se stessi.
Se condividi tutto questo, sei invitato a far parte della squadra. Trovi più info sul sito www.expanda.it

A presto!

Entra nella community di Expanda

Scarica i contenuti gratuiti, accedi ai gruppi e rimani aggiornato sulle ultime novita'.