Trasmutazione del letame in oro. Una tua scelta.

Ultima modifica: 2016-04-21 22:14 - Autore: Devid

trasmutazione letame

Ci sono due energie.
Due energie ben distinte, opposte tra loro. queste due energie ti portano in due strade diverse.

Cosa intendo per energie?
Per energie intendo quell’insieme di pensieri e sensazioni che proviamo in un determinato momento. Per esempio, quando siamo al lavoro siamo dentro una energia, una sfera di pensieri e sensazioni, queste sono nettamente diverse da quelle che proviamo quando siamo a letto con il partner a fare l’amore. Ci siamo capiti.

Bene, nella vita ci sono due energie principali.

Come dicevo all’inizio, ben distinte.

Una ci porta nella merda, l’altra nella gioia. Ci siamo capiti di nuovo.

Il nesso del discorso è che dobbiamo saper muovere questa energia dallo stato “merda” allo stato “gioia”.

Se sei nella merda sei pieno di emozioni negative. Provi rabbia, noia, ansia, tristezza spesso durante la giornata e queste fanno si che il tuo livello di energia continui a restare in merda.

Per poter essere felici, bisogna rimpiazzare quelle emozioni con emozioni migliori, positive. Sembrerà ovvio, ma il processo non è cosi semplice e lo sappiamo bene tutti.

Il meccanismo è lento, a parte casi strani di illuminazioni istantanee “edison” le chiamo io. Ci vuole tempo e fatica.

Ogni sensazione, emozione e pensiero deve superare tre diverse fasi.

1- Consapevolezza: prima di tutto dobbiamo accorgerci che quella emozione è li, è presente in noi stessi, la vediamo, la sentiamo, la possiamo quasi toccare e ogni giorno di più diventa vivida.

2- Osservazione: Prima di poter operare sull’emozione bisogna sapere come è fatta, che è sempre merda, ma dobbiamo capire se puzza tanto o se è facile da togliere. Il tutto va in base a quanto sia penetrata nel tuo inconscio. Osserva, senza fare/dire niente. L’emozione è li e te la devi beccare tutta. Fallo e abituatici.

3-Trasmutazione: Quando la sensazione è ben chiara dentro di te, avrai la capacità di poterti distaccare da essa. Avendola osservata per parecchio tempo saprai quando è il momento del suo arrivo, le circostanze nelle quali è più facile che appaia e ti faccia sentire da schifo. Bene, se sai questo allora puoi vederla arrivare e non essere preso in pieno. Puoi controllare la potenza di essa e puoi, ad un certo punto, non esprimerla. Non parlo di reprimerla. L’emozione deve essere vissuta altrimenti ti becchi qualcosa. La parola esatta sarebbe: TRASMUTARE. Cioè far si che l’energia che non va a disperdersi, venga usata a sostegno delle emozioni più alte, positive, aiutando l’emozione bassa a passare alla sua ottava alta, la sua faccia positiva. Cosi l’emozione continua ad essere vissuta anche nella sua propria trasformazione.

A questo punto l’energia che hai dentro di te comincia a cambiare. In realtà il cambiamento parte dall’inizio del processo, ma il vero cambiamento arriva quando sei capace di DECIDERE QUALI EMOZIONI PROVARE.

Uhh!!!!… big stuff here!!!

Cosa fa la differenza tra un vincente ed un perdente. La capacità di conoscere se stessi e di saper controllare le proprie emozioni e pensieri.

Per questo, se vuoi vivere una vita degna del suo nome, ti devi impegnare in questo percorso. Devi darci dentro sin da subito.

In realtà, ad un certo livello, tutto quello che ho detto sin’ora, tu lo sapevi già.

Sapevi di dover cambiare il modo in cui vedi le tue emozioni e prendere il controllo della situazione. Se non lo sapevi e ciò che ho scritto ti ha dato una mano, ne son felice.

Ma c’è ancora una cosa che mi preme dire.

Lo so, il lavoro che c’è da fare è impegnativo, solitamente solo una piccola percentuale di persone si tuffa alla scoperta di se stessi. Non mi aspetto che tu lo faccia, ma penso sia arrivato il momento.

Quel momento nel quale decidi se questa vita, tu la voglia Vivere o sopravvivere.

E’ una tua scelta, una tua decisione se fare o non fare, se credere che sia possibile o no e se metterti in gioco.

Una scelta che può cambiarti la vita.

Ovviamente il nostro Ego (quell’omino dentro di noi che viaggia in remoto) non vuole altro che la comodità. Metterebbe a rischio la tua vita e quella degli altri piuttosto che vivere nella comodità, nel nulla, interruttore off.

Il nostro ego, (che sia nostro non lo so) vive delle nostre emozioni negative. Si nutre della sofferenza, della depressione. Gli piace farsi su nelle coperte e piangere, lamentarsi, arrabbiarsi e chiudersi nelle sue convinzioni.

Come dicevo in un precedente articolo, dobbiamo saper dimentare noi stessi, quindi credere di meno al nostro ego, dargli meno pappa da magnà. Cosi potremo realmente dedicarci alla scalata, senza inutili pesi che ci tengono legati a terra.

Lascia giu i pesi e sali fino alla cima!

Per favore.

 

Devid

Entra nella community di Expanda

Scarica i contenuti gratuiti, accedi ai gruppi e rimani aggiornato sulle ultime novita'.