Come diventare amici della paura

Ultima modifica: 2019-09-10 18:19 - Autore: Devid

Il comportamento medio dell’essere umano è quello di scappare costantemente dalle proprie paure. Solitamente si cerca di evitarle, starne lontano oppure distrarsi, così da dimenticarle… per un momento. 

Per un momento si… perché sei consapevole anche tu che le paure non se ne vanno semplicemente evitandole o distraendosi per un attimo. 

I più forti di mente cosa fanno invece?

Le reprimono le proprie paure.

Le segregano nel profondo del proprio corpo emotivo pensando erroneamente di essersene disfatti. Come molti di noi sanno, non funziona.

Le paure riemergono quando meno ce lo aspettiamo e ci fanno fare cose che da lucidi non avremmo mai fatto. Alternativamente ci mordono da dentro, collassando nei nostri tessuti e provocando malattie e disturbi anche gravi. 

E allora?

Come affrontare le proprie paure?

Per la maggior parte delle persone qui si arriva al capolinea. Non si sa cosa fare. Si è vittime inconsapevoli di se stessi e si finisce col soffrire le proprie paure rimanendo fermi. 

Ovviamente questo è un fare naturale. Si resta fermi col timore che ogni azione possa inasprire il dolore e renderci ancora più terrorizzati, depressi, ansiosi o arrabbiati. 

Si resta fermi nella zona di comfort, nella omeostasi, cosi da rischiare il minimo possibile. 

Questo garantisce la sopravvivenza in un ambiente come la savana, dove potremmo essere mangiati da un leone, ma ovviamente non fa niente di buono per un individuo occidentale che non rischia di morire di fame.

Distrarsi o evitare la paura è facile

Il tuo cervello primitivo ti farà scegliere sempre la cosa più comoda e meno difficile. In questo modo si finisce con l’atrofizzare in un certo senso la propria consapevolezza, divenendo sempre meno capaci di affrontare le avventure della vita. 

D’altra parte la personalità cercherà sempre di allontanarsi dal dolore per andare incontro al piacere. Droghe, cibo, attaccamenti, distrazioni… tutto per cercare di evitare la paura e distrarsi con qualcosa che produca un piacere momentaneo.

Espandere oltre la paura

Ma niente. La vita continua a proporci nuove avventure. Non interessa quante centinaia di distrazioni adottiamo. 

In realtà la vita è fatta apposta per espandere la propria consapevolezza attraverso esperienze di cui abbiamo paura. 

Ogni problema che superiamo è una lezione appresa, che non ci farà mai più affrontare una situazione simile alla stessa maniera di prima. 

Chi fa esperienza delle proprie paure quotidianamente genera in Sé una consapeovlezza tale da passare attraverso le stesse situazioni senza più quelle paure. 

Ma allora perché non diventiamo semplicemente amici della paura?

Uhhh!! domandona!

Eppure sarebbe un atteggiamento di una semplicità disarmante. Ci basterebbe ascoltare, cogliere e stare insieme alla nostra paura. Che sia essa rabbia, timidezza, depressione o ansia. Accoglierla a braccia aperte e viverla in tutta la sua potenza dentro di noi. 

Perché abbiamo paura della paura?

Perché hanno idealizzato la propria paura fino a credersi la paura stessa. Hanno cucito sulla paura la propria identità, fino a sentirsi in un qualche modo anche comodi all’interno di quella sensazione.

D’altronde la merda puzza, ma è pur sempre tiepida.

La soluzione alla paura?

Agire nonostante la paura. Agire a piccoli passi vivendo la paura in noi. Mi sembra chiaro. 

Non esistono soluzioni rapide. tutto ciò che pensi possa eliminare le emozioni negative, in realtà le rafforza. Non c’è nulla da eliminare. 

In realtà la paura è semplicemente un agglomerato energetico che si attiva ogni volta che sei in procinto di fare una scelta nuova o che in passato ha portato incertezza nella tua vita.

La paura di per Sé non ha niente di male. E’ semplice prudenza del tuo ego che cerca di evitare situazioni difficili. Come negarglielo?

Cosa c’è dietro la paura?

Nel tuo mondo, oggi, tu senti la necessità di essere qualcosa di più, qualcosa che va al di là delle tue paure. Per questo le tue paure oggi si sono improvvisamente intensificate. Sono il segno che vuoi di più per te. 

Si accendono, le paure, per darti modo di identificarle meglio e poterle lasciare andare. E’ arrivato il momento, ognuno con la sua storia, di lasciare andare questa vecchia identità protettiva. 

Cosa succede vivendo la paura?

Man mano che ti darai modo di vivere le tue paure, conoscerai qualcosa che sta più in profondità dentro di te e ti sentirai davvero coinvolto nella vita, vivendo con leggerezza. 

Questo è il cammino che i membri della Community di Expanda stanno percorrendo insieme. Un cammino pieno di avventure e di sane sfide che ci strecciano giornalmente, cosi da vivere questa vita intensamente. 

Ovviamente se si decide di rimanere nella paura senza la possibilità di farne esperienza e camminare avanti, si aspetta che sia la vita a costringere l’individuo a fare i conti con se stesso, anche se potrebbe essere troppo tardi. 

Per gli altri, la vita diventa un’avventura diversa ogni giorno. Uno spettacolo in continua evoluzione. 

Un giorno la paura bussò alla porta. Il coraggio andò ad aprire e non trovò nessuno.

(Martin Luther King Jr)

Entra nella community di Expanda

Scarica i contenuti gratuiti, accedi ai gruppi e rimani aggiornato sulle ultime novita'.