I tuoi non sono problemi veri

Ultima modifica: 2021-06-02 21:25 - Autore: Devid

Mentre giornali e televisioni si concentrano ossessivamente su virus e vaccini, vorrei aiutare chi se la sente a riorientare la propria attenzione per uscire dalla prigione dei media che stanno promuovendo solo paura e ricerca di sicurezza. 

Purtroppo l’incapacità delle masse di rimanere attive nel consumo di informazioni, crea una realtà nella quale ci si concentra su problemi relativamente meno importanti, piuttosto che affrontare quelli seri. 

Mentre milioni di persone si lamentano inutilmente dal divano di casa con cibo nel frigo e acqua corrente calda in bagno, fuori dalla loro insignificante vita esistono veri problemi che insieme dovremmo metterci a risolvere ed uno in particolare, CHE TI DICO ALLA FINE DEL VIDEO, che se non risolto vanifica tutti gli altri sforzi.

Parlare di tali problemi è importante quantomeno per ridimensionare le inutili lagne e i piagnistei che troppo spesso occupano la maggior parte delle nostre giornate.

Ma prima di cominciare una premessa per chi legge questo articolo.

Questo articolo non ti darà delle nuove tecniche o strategie per migliorare la tua vita. La tua vita non deve migliorare. Sei tu ad avere la possibilità di ridimensionare la tua visione sulla vita per godere di ciò che hai già, e questo articolo te ne da l’opportunità. Leggilo solo se hai coscienza di questo, altrimenti leggi qualcos’altro.

Una persona su nove nel mondo soffre la fame ogni giorno.

L’insicurezza alimentare e la carestia sono alcune delle maggiori minacce alla salute generale della popolazione umana, più della malaria, della tubercolosi o dell’HIV.

problemi veri

Ma come può essere che nel 2021 si soffra ancora la fame?

Il problema non è che non produciamo abbastanza cibo, ma che una grande fetta di popolazione non ne abbia accesso. Molte persone non hanno abbastanza soldi per acquistare cibo e non possono coltivare il proprio.

Eppure, mentre l’11% del mondo è denutrito, circa il 39% della popolazione adulta è in sovrappeso. Il 39%!

Questo vuol dire che il cibo che dovrebbe andare a chi non ne ha, finisce nella pancia di gente che non ne ha bisogno. 

L’obesità sta aumentando sia tra i bambini che tra gli adulti, e non tra i gruppi a reddito più alto, ma bensì ad ogni livello di reddito.

Oggi più che mai i poveri bevono Coca cola, mangiano al fast food e cucinano cose al microonde. 

Malattie trasmissibili

Un altro grande problema sono ancora oggi le malattie trasmissibili come l’epatite, il colera, la malaria, la tubercolosi e l’HIV.

Sebbene sia per molti assurdo, l’igiene personale e l’educazione sono ancora tra le precauzioni più importanti per combattere queste malattie.

Altro punto importante sono i bambini e la loro educazione

Mentre il mondo si riempie di vecchi malati cronici tenuti in vita dalle pastiglie, milioni di bambini non riescono ad avere una buona educazione o vengono educati ancora con tecniche degli inizi del ‘900 (se va bene).

Le scuole dovranno cambiare modello se vorremo vedere un mondo diverso popolato da individui empatici e non egoisti.

Inequalità

Altro grande problema è l’inequalità. In diversi paesi le donne sono ancora maltrattate, violentate e private di educazione perché inutili, i gay non possono vivere sereni e la religione alla quale appartieni fa la differenza tra la vita e la morte. 

Cominci a ridimensionare la tua preoccupazione? Cominci a vedere quale grande fortuna hai ad essere nato nel comfort di una casa, con acqua corrente e il telefono in mano?

Cominci a vedere quanto sei privilegiato?

Ma non è finita.

Cosa dire delle specie che stanno scomparendo, dell’inquinamento e del surriscaldamento del pianeta?

E delle foreste, che sebbene siano fondamentali per produrre l’aria che respiriamo, si stanno esaurendo a un ritmo di 26 milioni di ettari ogni anno?

problemi veri

Le estinzioni stanno avvenendo a quello che gli scienziati stimano essere circa 1.000 volte il ritmo normale. 

Sarai a conoscenza dei mari di plastica che viaggiano per il globo dovuti all’uso spropositato di plastica non riciclabile.

E pensa anche alla scarsità di acqua che è un problema di milioni di persone.

E non lo dico per far sentire in colpa le persone. Lo dico per trasmettere l’importanza di uno stile di vita meno consumistico dove si consuma di meno e meglio, poiché è l’unica via per cambiare le sorti del mondo. 

Esatto. Non saranno le risorse rinnovabili o le macchine elettriche a cambiare il mondo. Il mondo può cambiare solo se moderiamo i nostri consumi.

Siamo una specie evoluta?

Pensaci. Crediamo di essere una specie evoluta, eppure lasciamo le porte dei negozi aperte d’inverno con il riscaldamento acceso e d’estate con l’aria condizionata. 

Vogliamo 25 gradi in casa per girare in maglietta corta d’inverno, facendoci del male e diventando sempre più deboli. 

Abbiamo creato un sistema dove ciò che ci piace ci fa male e dove non sapendo più soffrire, ci lamentiamo di piccolezze e ci preoccupiamo di cose insignificanti.

Abbiamo perso la bussola e non sappiamo più distinguere tra problemi reali e autocreati. Siamo talmente abituati al comfort da darlo per scontato, pensando che sia sempre stato così.

E non ho parlato dei rischi dell’intelligenza artificiale, dell’aumento del debito totale, della disoccupazione, della crescente disparità di reddito in tutto il mondo, dell’aumento della popolazione del mondo, dei totalitarismi e della dittatura della finanza.

problemi veri

E mentre milioni di persone muoiono ogni giorno per tutti i problemi sopracitati e per tanti altri, noi ci preoccupiamo esageratamente di un’entità biologica relativamente poco mortale, dimenticandoci di tutto il resto.

E il bello è che non c’è nessuno la fuori che causa tutto questo. Siamo noi collettivamente che ci facciamo distrarre come fessi.

E così arriviamo ad uno dei più grandi problemi del giorno d’oggi.

L’inconsapevolezza

Dato che tutti i problemi più grandi della nostra società sono provocati da esseri umani dormienti, noi di Expanda pensiamo sia notevolmente più importante concentrarci sulla radice del problema: la nostra inconsapevolezza.

La conseguenza è che siamo ancora prede di emozioni e pensieri, e quindi facilmente manipolabili. Vivendo passivamente in questa condizione, non facciamo che seguire la corrente reagendo agli impulsi senza una chiara visione della realtà.

Questo avviene perché non ci conosciamo.

Se imparassimo a conoscere noi stessi, invece di essere preda di bisogni immaturi e di credenze popolari, saremmo capaci di avere padronanza di noi stessi e di agire in ciò che serve veramente oggi nel mondo.

Allora, se c’è qualcosa che possiamo fare per il mondo, oltre a ridimensionare la tensione che proviamo verso i nostri presunti problemi, è questo: conoscere noi stessi.

Mi auguro che questo video aiuti tutti a ridimensionare un attimino la nostra relazione con quelli che crediamo essere i nostri problemi ed a capire cosa fare oggi per migliorare se stessi ed il mondo che ci circonda.

Noi di Expanda ti aspettiamo nel canale di Telegram per altri contenuti, sul blog per articoli che spesso non metto in video e nella sezione formativa dove facciamo un percorso di ricerca interiore di gruppo all’insegna della condivisione e del supporto reciproco senza maestri o guru. Iscriviti alla Newsletter sul sito per saperne di più.

Entra nella community di Expanda!

Scarica il questionario per conoscere te stesso e accedi alla community su Telegram. Accedi ora, è gratis!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *