Esiste una verità assoluta?

Ultima modifica: 2020-12-21 20:33 - Autore: Devid
esiste una verità assoluta

È come se ci fosse un’urgenza di trovare un nesso, un punto di ritrovo che abbia senso tra tutte le teorie, tutte le opinioni e le situazioni contrastanti della vita che ci circonda. 

So che anche tu hai questa urgenza. 

Cerchiamo in tutti i modi di chiudere all’interno di un testo, di una opinione, di una frase o di una discussione, il senso di tutto. 

Cerchiamo di definire la verità con una conclusione sul tutto perché vogliamo capire.

Vogliamo dannatamente capire!

Ma c’è un problema.

Cercando una conclusione sul tutto si finisce sempre per arroccarsi su di una convinzione poiché non si può essere al corrente di tutto, a livello intellettuale. 

Lo dice da ormai un secolo la meccanica quantistica

L’osservatore influenza sempre la realtà e tutto quello che si racconta è sempre influenzato dai nostri bias cognitivi che in qualche modo sostengono tutto il passato già scritto e quindi le nostre convinzioni. 

esiste una verità assoluta

C’è sempre un pizzico o una palata di soggettività in tutto ciò di cui parliamo, che sia all’interno di un giornale, nell’articolo di un tabloid, in un post di Facebook, in un video su youtube, in un servizio del telegiornale o in una discussione tra amici al bar. 

Facciamo fatica a parlare con oggettività perché significherebbe doversi letteralmente levare di mezzo.

Questa è la ragione per la quale ci sentiamo insicuri.

Perché basiamo la nostra sicurezza interiore su opinioni, convinzioni e credenze e dato che sono solo ritagli di realtà e non verità, siamo sempre alla ricerca di più autostima in una corsa senza fine.

Dato che queste opinioni sono sempre parziali, avremo sempre una visione limitata della realtà, anche se leggessimo tutti i libri del mondo. 

Questo perché la vita è di una complessità inaudita. Una complessità impossibile da capire nella sua totalità. 

Non possiamo capire il mondo completamente, tanto meno noi stessi. Si tratta di un fatto ampiamente documentato.

Eppure siamo ancora in cerca di una verità. Una verità che sia onnipresente e accurata al 100%

Se non esiste una verità assoluta percepibile, esiste una verità altamente probabile? Diciamo al 99.9%?

Certo che esiste. Ogni studio scientifico dev’essere necessariamente fondato sulla credenza che nel mondo ci siano realtà oggettive o altamente prive di soggettività. 

Senza assoluti, che cosa ne sarebbe degli studi scientifici? Come si farebbe a sapere che le scoperte fatte sono reali? 

In effetti, le leggi stesse della scienza devono essere fondate sulla certezza che esistano delle realtà oggettive.

Eppure la concezione secondo cui “tutto è relativo” è diventata uno degli slogan della generazione in cui viviamo. 

L’illusione del relativismo

In buona parte del mondo occidentale, moltitudini di persone hanno rifiutato la possibilità che una cosa come l’oggettività possa esistere o esista di fatto. 

esiste una verità assoluta

Questo ha provocato quella che molti definiscono una “società postmoderna”, ossia una società che considera tutti i valori, le credenze, gli stili di vita e le affermazioni di verità come egualmente validi. 

Si chiama relativismo, vale a dire che la verità è soggettiva e che esistono miliardi di verità tutte contemporaneamente vere. 

Nel relativismo si dice con spirito di rassegnazione: se nessuno può parlare di verità assoluta, allora non esiste una verità assoluta e tutte le verità sono di pari livello.

E di colpo i terrapiattisti hanno ragione di esserci. 

Sebbene sia stato utile, il relativismo, per ridare la libertà di pensare alla gente senza dogmi che li tenevano in prigioni mentali, è chiaramente un fare limitato.

Una buona domanda da porre alle persone che credono nel relativismo e dicono che non esiste alcuna verità assoluta è: “Ne siete assolutamente certi?” XD

Le percezioni filtrano tutto

Eppure un punto importante del relativismo sembrerebbe difficile da dimostrare falso: tutto viene filtrato dalle percezioni umane, limitate ed imperfette. Come abbiamo detto prima questo è vero, finché percepiamo la vita solo con i 5 sensi. 

Anche la scienza non può formulare verità assolute al 100%, anche se hanno una probabilità molto alta di essere vere (fino al 99.999%)

Il dubbio quindi rimane. 

Esiste una verità assoluta al 100%?

Domanda: sarà che rimaniamo fissi a voler trovare una risposta con la mente o le nostre percezioni fisiche o emotive?

E allora cosa?

Dove trovare quella verità assoluta di cui tutti ci vogliamo nutrire?

esiste una verità assoluta

Se dico “nel cuore” probabilmente tante persone penseranno all’organo cardiaco come ad una semplice pompa e chiuderanno il video.

Altri invece sentiranno che c’è qualcosa che forse ancora non concepiscono come una realtà ma hanno il sospetto che lo sia.

Ma come può il cuore dare risposte?

Non le da infatti. O per lo meno non da risposte che puoi verbalizzare.

Per questo la verità assoluta non può essere scritta e raccontata.

Questo perché l’unica verità indiscutibile è quella di cui non possiamo parlare. 

L’unica verità assoluta e indubbiamente onnipresente è l’esperienza dell’IO SONO.

Sbam! Sangue dalle orecchie.

Eppure di questo parliamo. Non di quanto ha fatto la juve la scorsa settimana. 

La verità dell’Io sono

La consapevolezza di esistere è l’unica verità assoluta che può essere solo vissuta nella sua infinita totalità ma che non può essere comunicata o verbalizzata.

E dove si trova questa verità assoluta?

Noi di Expanda diciamo da anni che solo un percorso di auto conoscenza può portare a vivere in se stessi questa verità, ma in realtà lo dicono già da millenni i grandi illuminati, uomini e donne che hanno vissuto sulla propria pelle la verità prima di noi e hanno poi provato a trasmettere i principi di questo percorso.

Qualcuno si era pure permesso di dire di essere la verità ma poi l’hanno attaccato su.

We killed those people!

Bill Hicks

Tutti i grandi maestri che trasmettevano una pace interiore inconcepibile ai tanti, dicevano di essere entrati in contatto con la verità assoluta da dentro di Sé. 

Questo perché solo il cuore può fare esperienza della verità assoluta.

Solo nell’intimo, nell’interiore, nell’esperienziale si può fare esperienza della verità e sarebbe questo il motivo per il quale non si può comunicare.

Allora solo l’individuo, all’interno di Sé, sarebbe capace di cogliere la fonte del tutto e la verità che lo compone.

Solo la propria esperienza può far sì che emerga la verità e qualunque parola sarebbe inutile, a meno che sia atta a condurre la persona, per l’appunto a fare esperienza in prima persona della verità. 

Non esiste altro modo per cogliere l’incomunicabile

L’unica vera verità assoluta che cerchiamo, non sta la fuori, ma all’interno di noi.

L’unico modo di concepirla è chiudere gli occhi e guardarsi dentro.

Video: Esiste una verità assoluta?

Vuoi fare esperienza della verità al tuo interno?

Comincia con noi il tuo percorso di auto conoscenza per diventare consapevole della vita a livelli superiori. Ti aspettiamo in Community. Iscriviti dal box qui sotto

Iscriviti alla Newsletter di Expanda!

Scarica i contenuti gratuiti per conoscere te stesso e accedi alla Scuola di Expanda Accedi ora, è gratis!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *