L’inganno della spiritualità

Ultima modifica: 2016-03-31 21:34 - Autore: Devid

Leggo a proposito di esoterismo, alchimia trasformativa, spiritualità, psicologia. Leggo e più leggo più vedo come non mi interessa più.

Cosa intendo dire?

Vedo tante persone tuffarsi nella lettura di libri sacri, esoterici. Vedo molta gente prender parte a seminari sulla vita di Gurdjeff, Osho o sulle migliori tecniche di presenza. maxresdefault

Tutto molto bello, tutto molto importante e profondamente splendido. Tutto, però, tremendamente inutile.

Vedo tanta gente immersa in tutto questo e poi vedo quella medesima gente senza soldi, senza una passione, senza una vita infuocata. Senza ardore, velocità, voglia di fare.

Quello che cerco di comunicare è questo: abbiamo bisogno di creare una nostra personalità prima di operare su di essa.

Cosa ho appena detto? calma, calma. Mò ci arrivo.

Cosa vuol dire creare una personalità? Qualcuno lo chiamerebbe ego, qualcuno personalità. Entrambi i termini stanno a significare quel senso di se che c’è dentro di noi. Quel IO al quale ci riferiamo quando parliamo di noi stessi.

Quando incontriamo il mondo, la realtà e cominciamo a fare il primo lavoro, i primi studi, le prime relazioni, amori, amici, famiglia. In tutto questo si crea la personalità.

Ad ogni occasione necessaria, la personalità si muove, cambia, evolve o involve.

Ecco, noi siamo in grado di modificare la nostra personalità ed è questo il primo e, per molti, unico lavoro di una vita.

Innanzitutto dobbiamo scoprire chi siamo. Qual’è la personalità che viviamo ogni giorno, che risiede in noi stessi?

Nel momento in cui ci facciamo questa prima domanda cominciamo qualcosa chiamato osservazione. Cominciamo ad osservarci, a guardare come siamo fatti, come ci comportiamo, come reagiamo.

L’osservazione di noi stessi, calma e silenziosa, ci consente di intravedere quello di cui non andiamo fieri di noi stessi. Quello che, secondo ciò che impariamo ogni giorno leggendo e studiando, sarebbe da cambiare. Iniziamo la nostra trasformazione. La personalità comincia a plasmarsi al nostro volere.

Le tre righe appena scritte riassumono più o meno qualche anno di intenso lavoro. 🙂

Una volta cominciata la trasformazione, ci sentiamo giorno dopo giorno un pò diversi, più nuovi. Implementiamo i valori e le credenze che ci servono a crescere ed eliminiamo tutto ciò che ci tiene ancorati al passato ed alla povertà.

Cosi’, cambiando la nostra personalità vediamo anche il nostro mondo cambiare. Le amicizie cambiano, gli amori cambiano e la felicità entra a far parte della nostra vita. Guadagniamo di più, ci sentiamo più liberi e ardiamo nel fuoco della passione.

La nostra personalità , cosi facendo, diventa completa, strutturata e piena di energia. Allora, possiamo metterci al tavolo e parlare di eliminazione dell’ego, illuminazione, piani astrali, ecc…

Fino a quel punto, tutti coloro che si sentono rapiti dalle letture più profonde, lo fanno perché non hanno voglia di mettersi al lavoro. Sono ancora alla ricerca della pietra filosofale. Girano tutti i seminari aspettando quella meditazione nella quale si risveglieranno dal sonno profondo, vedranno la luce e raggiungeranno il nirvana. Screen_shot_2010_06_24_at_11_4

Siamo tutti presi bene per le domande più profonde, quando in realtà, per stare meglio, potremmo rispondere oggi alle domande più semplici.

Cosa voglio fare nella mia vita? cosa sono capace di fare? dove spenderei la maggior parte del mio tempo? Cosa voglio da una relazione? ecc…

Rispondiamo a queste domande prima di scendere in ipnosi regressiva nelle vite passate.

Perché dico tutto questo? Perché quando ti sentirai pieno nella tua personalità, ricco e innamorato della vita, vedrai che di Gurdjeff, Osho o yogananda te ne fregerà di meno.

Godrai della tua vita e ti farai meno domande, contemplando la realtà per come è e godendo di essa nel presente.

Se troverai successivamente il coraggio e la voglia di scavare nel paradosso, nell’inspiegabile, allora ti farò i miei auguri e mi congratulerò con te per la forza e consapevolezza che avrai nutrito nel tuo cuore.

Per ora, lo dico cosi come a me stesso, a te.

Appoggia i pedi a terra e comincia a camminare.

Devid

Entra nella community di Expanda

Scarica i contenuti gratuiti, accedi ai gruppi e rimani aggiornato sulle ultime novita'.