Come superare la timidezza e svelare il tuo vero sé.

Come superare la timidezza e svelare il tuo vero sé.

Hey, sono Devid di Expanda.it ed in questo articolo parleremo di come superare la timidezza. Vedremo quali sono le cose da poter fare da subito per superare la timidezza.

Le molte forme della timidezza

Parliamo di questa timidezza. Ci sono diverse forme di timidezza di cui parliamo: timidezza a scuola, timidezza al lavoro, timidezza nella vita sentimentale, timidezza nella tua vita sociale con gli amici.

Distruggeremo ognuna di queste timidezze e vedremo un paio di tecniche pratiche, potremmo dire tattiche, che puoi usare per iniziare a superare questo problema della timidezza.

La prima cosa, lascia che te lo dica, è che tutto sta nella tua mente.

Questa idea di timidezza, è necessario farla fuori dalla tua mente. L’idea di essere un tipo timido.

Non sei un tipo timido di persona. Sei qualcuno che è stato timido in passato. Questo non significa che devi essere timido per il resto della tua vita o che sei nato timido.

Questa è un’idea veramente sciocca e molto pericolosa, questo concetto che sei in qualche modo una persona timida, un tipo di personalità timida, un introverso estremo e che non puoi avere successo.

In realtà, se può ispirarti, io sono sempre stato un ragazzo timido.

Mi considero ancora timido ed introverso, ma sono stato in grado di fare molti progressi, al punto in cui, se interagisco ora, la maggior parte delle persone non può dire che io sia introverso.

Innanzitutto devi capire che questo è un problema che puoi gestire totalmente. Questo non è qualcosa con cui devi vivere per il resto della tua vita.

Voglio che questo punto sia molto chiaro. Mettitelo bene in testa.

Superare la tua immagine di sé

Quali sono le cose reali che puoi fare per superare la timidezza?

Per superare veramente la timidezza devi cominciare a superare la tuacome superare la timidezza immagine di sé.

Devi cominciare a superare questa idea che la gente ti stia guardando e che la gente giudichi quello che stai faccendo ogni minuto della giornata.

Il problema, il problema fondamentale è che ti preoccupi troppo di ciò che gli altri pensano a te.

Questo è qualcosa che dovrai intorpidire attraverso un processo di progressiva desensibilizzazione.

Al momento, ti preoccupi troppo e forse perché ti importa molto di cosa gli altri pensano di te. Cosa succede se.. mi avvicino, saluto, mi presento… ecc..

Hai paura di essere rifiutato, di essere in imbarazzo, temi che la gente riderebbe di te, temi che la gente pensi che tu sia strano.

Il fatto è che tutto questo è qualcosa che hai costruito nella tua mente. Lo so perché ci sono passato per primo e so quali congetture la mia mente creava.

E’ ancora difficile per me a volte andare da uno sconosciuto e presentarmi, o presentarmi ad una ragazza in un bar.

Innanzitutto, renditi conto che sei totalmente normale e che ci sono molte persone nel mondo, milioni di persone, che vengono catturate in questa situazione.

L’unico modo col quale ti vedrai superare la timidezza sta uscendo e interagendo con le persone. Non puoi veramente evitare questo.

Quello che puoi fare è che si sviluppi gradualmente in modo che non sia così doloroso o spaventoso come se dovessi parlare di fronte ad un pubblico di 300 persone in un teatro (come successe a me). Sarebbe spaventoso e abbastanza di impatto.

Parti con poco

Se inizi con poco, passo dopo passo, questo problema della timidezza può veramente essere gestito.

Per esempio, nel contesto lavorativo, potresti vedere alcuni colleghi meno timidi e più coinvolti nelle riunioni o più capaci di parlare col capo per ricevere un aumento.

superare la timidezzaQuello che devi fare è iniziare ad aprirti. Inizia con molto poco.

Cosa sai fare? Cosa puoi fare? Potresti forse trovare un collega o due colleghi, fare amicizia con loro e iniziare a costruire dei rapporti. Forse potresti iniziare a pranzare o incontrarti con loro durante le pause caffè. Basta iniziare a chiacchierare.

Questo è qualcosa che dovrai allenarti a fare. Devi spingere un po’ più in là la tua zona di comfort, perché sarà una cosa che non hai mai fatto e la tua testa ti dirà di avere paura.

Cosa succede se rifiutano? Il fatto è che la maggior parte delle persone non rifiuterà. Sarai sorpreso di quanto ti risponderanno bene.

Anche se non lo fanno, di nuovo, questo risale al problema del perché ti importa tanto. Perché ti importa tanto che qualcuno non voglia andare a pranzo con te? Non è un grande affare.

Devi esserci abituato. Sii vulnerabile e non aver paura di provare. Nessuno ti farà del male.

Apriti ad una persona almeno, fatti un amico al lavoro ed insieme create un gruppo col quale uscire a bere una birra dopo lavoro. Col tempo la tua sicurezza crescerà e ti ritroverai a parlare in riunione senza accorgetene.

La timidezza nel corteggiamento

Come va la timidezza con il sesso opposto? Come superi questo problema?

Davvero un grosso problema per me lungo la mia adolescenza. Anche solo parlare con una donna mi sembrava di essere scagliato contro un muro a 200 km all’ora. Mi sudava pure il culo quando dovevo espormi ad una ragazza.

Se tu sei spaventato e sei timido, devi metterti in testa che nessuno verrà a salvarti. Lo so che sei molto intelligente e lo sai già. Sai già che prima o poi dovrai lasciarti andare.

Sì, sarà doloroso. Sarà spaventoso, ma devi farlo. Questo è l’unico modo con cui avrai a che fare con quella parte della tua vita. Devi andare in prima linea come un militare in guerra.

Nel peggiore dei casi sarai respinto. E allora?

La tua testa ripiomberà nella paura e nell’ansia, perché è abituata a fare cosi. Non dargli peso alla tua testa. Lascia che parli ,mentre tu vai avanti con un’altra ragazza.

Le donne sono timide quanto noi uomini ed hanno le stesse paure che abbiamo noi, perciò sappi che stai giocando ad un gioco ad armi pari. Esporti ti farà solo del bene.

Ogni giorno aaggiungi una piccola goccia. Prima di andare a dormire chiediti se oggi ti sei esposto un po’ di più verso l’altro sesso. Lasciati andare e parla della tua timidezza, parla delle emozioni che stai sentendo dentro di te.

“Scusa se piombo qua cosi, ma ho trovato un secondo di coraggio per venire a parlarti, anche se non so di cosa parlarti… volevo solo parlarti perché sono timido… però mi piaci molto e volevo chiederti… magari bevi qualcosa con me…” Cosi aprii molte delle mie conversazioni con donne di qualsiasi nazionalità nei posti più strani del mondo. E lo puoi fare anche tu.

Parla di te stesso per come sei, vedrai la reazione delle donne, ti lascerà a bocca aperta.

Parlare ai cassieri

Ho trovato un modo veramente buono per rompere la tua timidezza: parlare con i cassieri.

superare la timidezzaAd esempio, quando fai benzina, parla col benzinaio. Se vai al supermercato, parla con la cassiera. Se sei dal parrucchiere, lasciati andare e di’ due parole.

Quando un introverso come me o te apre la bocca, lo fa in una maniera completamente diversa dall’estroverso. Molti estroversi parlano solo di se stessi, finendo per rompere le palle di chi li ascolta.

Un introverso sa come ascoltare molto bene, ma deve imparare ad argomentare come un estoverso.

Puoi parlare del tempo o di qualcosa che hai visto in tv ieri. Si parla di sport o di altre cose comuni. Puoi semplicemente dire come ti senti anche se stai di merda.

Lasciati andare e fregatene altamente di quello che pensi l’altra persona stia pensando. Non puoi leggergli il cervello, perciò non ti preoccupare.

Comincia con piccoli passi. Lasciati andare col cameriere in pizzeria. Fai una battuta alla barista e vedrai che storie vengono fuori. Ti stupirai di te stesso. Te lo dice un timido di professione.

Parla con tutti.

Ho scoperto che probabilmente questo è uno dei modi migliori per uscire dalla tua timidezza. Inizia a parlare con le persone con cui stai interagendo nel mondo reale, mentre sei in giro a fare commissioni. Forza te stesso a dire due parole al postino o all’impiegato di banca.

Di solito cerchiamo di tagliare i discorsi. Non parliamo con la cameriera, non parliamo con il nostro assicuratore, non parliamo con il conducente del pullman

Cosi facendo, ci chiudiamo in una bolla di sapone e diventa sempre più difficile uscirne. Apriti con gli estranei che incontri. Che te frega di cosa pensano, domani potresti non vederli più.

A volte noterai come alcune piccole conversazioni ti possono portare a nuove opportunità, nuove amicizie o persino nuove relazioni.

Si inizia su un argomento come il tempo, che è noioso e poi all’improvviso potresti stare parlando di cose più interessanti dando qualche consiglio oppure ricevendone.

Personalmente ho imparato molte delle lezioni della mia vita in questa maniera.

Prendi parte ad un gruppo

Oggi il grande problema è che siamo tutti sui nostri cellulari e non ci muoviamo più di casa. Non interagiamo più con gli altri e diventa sempre più difficile lasciarci andare ad una conversazione.

Non hai abbastanza persone per interagire. Un modo per rompere quella timidezza è prendere l’iniziativa e unirsi a un gruppo di qualche genere.

Iscriviti in palestra. E’ un modo molto semplice per cominciare a creare gruppo. Non devi parlare sempre, perché sei li per allenarti, ma ci si ferma volentieri a fare due parole per spezzare l’allenamento. Questo è un buon momento per fare due parole, scambiarsi due idee sugli esercizi da fare e magari organizzare una birra per il dopocena.

Ci sono tanti modi per creare un gruppo, puoi prendere lezioni di chitarra e fare due parole con gli altri del gruppo.

Potresti trovare un passatempo che ami, creare un gruppo su facebook ed invitare chiunque tu voglia. Poi ci si incontra e si passa il tempo alla stessa maniera.

Trova qualcosa che ti accomuna con qualcun’altro e ti sarà più facile intraprendere una conversazione.

Personalmente ti consiglio “Internations” una comunità internazionale di stranieri che vivono in giro per il mondo. Vivendo all’estero mi sono trovato molte volte in difficoltà nell’incontrare nuove persone. Internations organizza uscite settimanali con altra gente sconociuta. Ci si siede, si beve qualcosa e ci si scopre. Te lo consiglio anche per imparare e praticare le lingue.

Usa quello che hai

Se pensi di non essere una persona interessante e di non avere niente da raccontare, vorrei che tu sappia la verità. La verità è che sono tutte cazzate.superare la timidezza

Tu sei una persona interessantissima e con centinaia di argomenti e devi esporre te stesso nella maniera che conosci, nel modo che conosci. Sfodera le TUE armi.

Devi davvero chiederti se vuoi veramente superare la tua timidezza o vuoi esserne afflitto per tutto il resto della tua vita?

Posso garantirti che se non ti lascerai andare con gli altri, rimarrai indietro in tutti i settori della tua vita. Nel lavoro, nelle relazioni, con gli amici e la tua salute ne risenterà perché ti sentirai da solo e depresso.

Lo sai già come funziona la legge di attrazione, l’abbiamo visto in un altro articolo.

Non voglio metterti paura ma allo stesso tempo voglio far sorgere in te un senso di urgenza che deve spingerti a muovere il culo oggi stesso. Lo so che lo puoi fare perché lo fatto io per primo.

5 anni fa partivo per lavorare in un villaggio turistico come animatore. L’incubo più grande per un timido come me. Arrivai ad essere stanco della mia vita cosi tanto che decisi di affrontare la mia timidezza tutta d’un colpo. Il primo mese fu molto difficile, ma finii per passare un anno che si trasformò nel più bel anno della mia vita.

Passai dal non riuscire a parlare con una ragazza ad averne una a sera.

Passai dall’aver paura di parlare davanti alla mia famiglia, a intrattenere intere compagnie con storie e racconti.

Passai dal non sapere come spiegare un argomento in classe a insegnare windsurf in 3 lingue diverse sulla spiaggia di fronte a 50 persone.

Io so che è possibile e voglio che tu te ne renda conto veramente.

Ricorda che ti occorrerà un po’ per arrivarci e il modo migliore per iniziare è quello di uscire dalla porta. Uscire di casa, parlare con la gente.

Per concludere, voglio che tu sappia che capirò.

Capirò se non riuscirai a mettere in pratica quello che hai letto. Capisco se avrai più paura di prima. Capisco se mi manderai a quel paese perché non so che cosa stai passando.

Ma lascia che ti dica una cosa molto importante.

Non c’è altro modo per uscire dalla timidezza se non quello di non ascoltarla più. La timidezza non è una cosa fisica. E’ un insieme di congetture, paranoie, e tanta, troppa immaginazione.

Tutta roba finta, tutta roba creata dalla nostra mente e come sai già, la mente, mente. Ti consiglio di leggere anche l’articolo sulla meditazione e di implementarla nelle tue abitudini quotidiane.

La verità è che tu sai già cosa devi fare e come farlo. Devi solo trovare il coraggio di prendere l’iniziativa.

E’ una semplice scelta. Non è una questione di coraggio. Devi semplicemente scegliere se passare all’azione o no.

Ed io qui mi fermo. Ora tocca a te.

Svela al mondo il tuo vero sé e stupisciti della persona che sei veramente.

Un abbraccio

Devid.

Articoli consigliati:

Letture consigliate: